Facebook Lite, la versione “leggera” di Facebook è arrivata in Italia

Anche nel nostro paese è arrivata Facebook Lite, una versione “essenziale” dell’app di Facebook che ci garantisce tutte le funzioni di base del social senza gravare sulla batteria dei nostri smartphone e tablet.

Per molti di noi Facebook è, soprattutto nel nostro smartphone, l’applicazione che utilizziamo di più, per comunicare con i nostri contatti, postare contenuti o semplicemente “curiosare” sui profili dei nostri amici.

Tuttavia, Facebook è anche l’applicazione che mette più a repentaglio la “vita” della batteria del nostro smartphone, richiedendo una gran quantità di risorse che annientano, letteralmente, l’autonomia del nostro dispositivo.

Facebook Lite: le tue funzioni social senza rinunciare all’autonomia del tuo smartphone

Oggi però è arrivata, anche in Italia, Facebook Lite, una versione di Facebook più leggera, che richiede meno dati e consuma, di conseguenza, meno batteria dei nostri smartphone e tablet.

Facebook Lite è stata introdotta ieri nel nostro paese, in contemporanea con Israele, Corea del Sud ed Emirati Arabi.

In grado di funzionare anche su smartphone non recentissimi e in situazioni con scarsa velocità di connessione, è inoltre compatibile con tutte le reti, compreso il 2G (ormai “preistorico” nel nostro paese, in cui si comincia a parlare di 5G) e “gira” ottimamente su tutti i sistemi Android.

Non è invece disponibile una versione per iOS (e molto probabilmente non sarà disponibile ancora per lungo tempo).

Naturalmente, la versione Lite dell’ app Facebook include meno funzioni rispetto alla versione completa: non ci sono i video live, non si possono aggiungere emozioni oltre al “like” e non c’è integrazione con le piattaforme di giochi.

Restano invece invariate tutte le funzioni riguardo la gestione del newsfeed e del nostro profilo personale.

Utilizzata già da oltre duecento milioni di persone in tutto il mondo, il successo di questa distribuzione dell’app di Facebook, che coniuga praticità ed efficienza, è destinato a crescere: anche in Italia siamo certi che saranno in molti gli utenti che ne approfitteranno, con la volontà di “salvare” la batteria del proprio smartphone il più a lungo possibile.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest